venerdì 19 ottobre 2007

Il meglio di Dublino – Parte prima


  • Chester Beatty Library
Il miglior museo irlandese e uno dei più belli al mondo. Una collezione di manoscritti, libri rari, dipinti in miniatura, tavolette d’argilla, calligrafie, costumi e ogni oggetto che avesse un'anima raccolti in tutto il mondo dall’ingegnere minerario Chester Beatty. Non perdete la terrazza zen sul tetto e i rotoli di pergamena e opere d’arte provenienti da Cina, Giappone, Tibet e sud est asiatico.
  • The Spire
La scultura più alta al mondo. Lo Spire progettato e realizzato per commemorare la fine del millennio e sostituire la Colonna di Nelson fatta esplodere dall' IRA nel 1966 è il vero simbolo della Dublino di oggi. Fantastica torre d’acciaio costata 4 milioni di euro alta 120 metri per 3 metri di diametro alla base per 15 centimetri sulla punta e 126 tonnellate di peso, è luogo di ritrovo e orientamento, omaggio alla lotta contro la dipendenza dall’eroina, simbolo della riappacificazione irlandese, emblema della rinascita economica dublinese.
  • L’atmosfera
Ottimistica, giovane, serena, proiettata al futuro, cosmopolita, vitale. Come la New York dei primi del 900. Un temporaneo o permanente approdo verso nuovi percorsi ricchi di speranza.
  • Kilmainham Gaol
Se volete conoscere la storia dell’Irlanda e di Dublino più utile della lettura di tanti libri di storia è la visita alle gotiche prigioni di Kilmainham, magari guidati dalla vecchia guida George, che vi parlerà con trasporto nazionalistico di queste prigioni che videro al loro interno sia masse di irlandesi che si facevano imprigionare nelle gelide celle per sfuggire alla drammatica carestia dell’ottocento sia i nazionalisti irlandesi che qua passarono anni o furono giustiziati dagli inglesi.
  • I pub
Mille e più pub dove chiacchierare, leggersi un libro, bere birra, vedere partite di rugby o hurling, innamorarsi, ballare nel piano di sopra o nel seminterrato, ascoltare grandiosi musicisti, mangiare un irish stew o un fish and chips, giocare a bigliardo, prendere il sole o sfuggire alla pioggia, … e altro ancora.

Pic: The Spire, O'Connell Street, Dublin
Song: Christy Moore - Tippin' It Up To Nancy
Link: www.cbl.ie

8 commenti:

andrea ha detto...

hai centrato perfettamente l anima di questa citta. non è la citta piu bella del mondo, ma è piena di vita e di voglia di riscattare un passato buio e doloroso. dublino ora non è piu solo la citta di bono e degli u2, ma è diventata la citta di tutti. in bocca al lupo per tutto.

Anonimo ha detto...

quando sono stata a dublino lo spire non mi era tanto piaciuto e purtroppo non ho visto la chester beatty library per il resto sono d'accordo. bel blog. e utile. ciao

flavia

Anonimo ha detto...

Wooow sono capitata nel tuo bog in un momento provvidenziale...un dubbio.....Londra o Dublino(per vivere si intende)ma le tue parole mi hanno coinvolto non poco...cosa potresti consigliarmi per organizzare una eventuale partenza per Dublino???...per londra le informazioni sn fin troppe!!!!
Un blog utile e simpatico...!!!! :)

claudia

Roberto ha detto...

Parole ispirate, che mi hanno incuriosito e mi sa tanto che se riesco a prendermi qualche giorno ti vengo a trovare...l'altra faccia della medaglia del magnificare i posti! Chiaramente ricambierei a Bordeaux ;-)

Anonimo ha detto...

Anch'io avrei messo tra "il meglio" la Chester Beatty Library e le prigioni di Kilmainham.
Attendo con curiosità la parte seconda!

saluti
laylee

Markus ha detto...

io invece attendo "il peggio di dublino" che penso possa essere ancora più utile e interessante. :-)

gabro ha detto...

dublino ha il suo bello e il suo brutto.Ma non ci sono posti nel mondo "assolutisticamente" "belli o brutti"
è come ci vivi che fa la differenza. (cito l ottimo Vincenzino dal forum di Irlandando).
Vedo con piacere che hai scoperto e pubblicizzato il mio cantautore Irish preferito: Christy Moore.
Bravo Mau, a presto

utopie ha detto...

# prima di andare a dublino per lavorarci suggerirei di arrivarci con un livello di inglese almeno dignitoso e di non aspettarsi fate e folletti con braccie aperte.
# seconda parte e "il peggio di" are coming...
# roberto sei sempre welcome (anche senza consorte o scambio ospitalità)
# Christy Moore non è niente male, grazie della dritta.